Ristrutturazioni: la detrazione spetta anche al convivente di fatto

di Angelo Facchini

Pubblicato il 29 luglio 2016

Il convivente more uxorio (convivente di fatto) che sostiene le spese di recupero del patrimonio edilizio, ma non è proprietario dell’immobile può comunque fruire della detrazione Irpef. In base alle nuove regole introdotte dalla legge sulle unioni civili. Lo chiarisce la risoluzione n. 64/E del 28 luglio 2016.