Ristrutturazioni edili: è necessario valutare la capienza IRPEF


Ai fini della detrazione IRPEF per ristrutturazioni edilizie, ora elevata al 50%, è necessario effettuare un calcolo di convenienza sulla capienza IRPEF in relazione al proprio reddito, o a quello dei singoli in caso di più beneficiari, che potrebbe non essere in grado di accogliere in tutto o in parte le detrazioni. La capienza è la capacità del contribuente di abbattere l’imposta sul reddito utilizzando le detrazioni IRPEF: se l’ammontare delle detrazioni supera l’imposta dovuta si dice che la detrazione non trova capienza. La detrazione del 50% è un abbattimento e non un credito, non può essere goduta da quanti non sono soggetti ad imposta IRPEF. È il caso, ad esempio, del proprietario dell’immobile risultante a carico del coniuge. Secondo quanto stabilito dall’Agenzia delle Entrate, quest’ultimo potrà godere come unico beneficiario delle detrazioni previste per le ristrutturazioni edilizie, in quanto familiare convivente del possessore dell’immobile, naturalmente nei limiti dell’importo effettivamente detraibile.


Partecipa alla discussione sul forum.