RINVII: lo spesometro slitta al 1° luglio

di Redazione

Pubblicato il 15 aprile 2011

Il direttore dell’Agenzia delle entrate Attilio Befera ha emesso un provvedimento con il quale si differisce di due mesi l’avvio dello spesometro. Il rinvio, secondo quanto detto, è stato deciso per consentire il completamento dei necessari adeguamenti connessi all’adempimento. Pertanto i commercianti non dovranno più comunicare già dal prossimo 1° maggio al Fisco i dati relativi agli acquisti di beni e servizi superiori alla soglia dei 3.600 euro, Iva inclusa, per i quali non è prevista l'emissione di fattura.