Riforma fiscale: operazioni black list

Semplificato l’adempimento della comunicazione “operazioni black list”: i dati delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi effettuate o ricevute, intercorse con operatori aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata, andranno trasmessi con cadenza annuale e soltanto se l’ammontare complessivo annuale supera il limite di 10.000 euro. La novità vale già per l’anno in corso.


Partecipa alla discussione sul forum.