Riforma fiscale: niente dichiarazione di successione per eredità fino a 100mila euro


Intervenendo sul Dl n. 346/1990, concernente disposizioni in ordine l’imposta sulle successioni e donazioni, sono state adottate alcune misure di semplificazione degli adempimenti connessi alla dichiarazione di successione. In particolare: in caso di rimborsi fiscali a favore del de cuius erogati dopo la presentazione della denuncia di successione, non c’è più l’obbligo di produrre una dichiarazione integrativa; innalzata a 100mila euro (attuali 25.822,84) la soglia entro cui si fruisce dell’esonero dalla presentazione della dichiarazione di successione, quando si tratta di eredità devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta e nell’attivo ereditario non sono compresi immobili o diritti reali immobiliari; introdotta la possibilità di allegare alla dichiarazione di successione, anziché i documenti in originale o in copia autenticata, copie non autenticate, corredate da una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà; gli uffici fiscali, comunque, potranno richiedere, se necessario, i documenti in originale o in copia autenticata.


Partecipa alla discussione sul forum.