Riforma della riscossione: concentrazione della riscossione nell’accertamento

Il Dl n.159/2015 porta novità riguardanti la concentrazione dell’attività di riscossione all’interno dell’accertamento. Adesso, l’avviso di accertamento e il provvedimento di irrogazione sanzioni diventano esecutivi non più entro 60 gg dalla loro notifica ma decorso il termine utile per la proposizione del ricorso; vengono aggiunti ulteriori casi in cui non si applica la sospensione della riscossione: accertamenti definitivi, anche in seguito a sentenza passata in giudicato e in caso di recupero di somme derivanti da decadenza dalla rateazione; la comunicazione da parte dell’agente della riscossione può essere inviata anche a mezzo Pec; viene soppressa la previsione secondo cui l’espropriazione forzata deve essere avviata, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui l’accertamento è divenuto definitivo.


Partecipa alla discussione sul forum.