Rientro in Italia: via libera al bonus impatriati

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione 72/2018, fornisce nuovi chiarimenti riguardo il bonus previsto per i lavoratori rientrati in Italia dopo avere operato all’estero in regime di distacco. La risoluzione segue un dubbio interpretativo esposto da una società circa le precedenti limitazioni della circolare 17/2017, dove era stato chiarito che i soggetti che rientrano in Italia dopo essere stati in distacco all’estero non possono fruire del beneficio di cui all’articolo 16 del Dlgs 147/2015, in considerazione della situazione di continuità con la precedente posizione lavorativa in Italia. Le entrate precisano che la posizione restrittiva della circolare non impedisce di valutare specifiche situazioni in cui il rientro del lavoratore dipendente in Italia sia determinato da elementi funzionali alla ratio della norma agevolativa. E’ concesso il regime agevolativo al dipendente la cui attività lavorativa è stata prestata all’estero in posizione di distacco,quando questo, più volte prorogato, si è protratto nel tempo tanto da determinare un affievolimento dei legami del soggetto con il territorio dello Stato, e favorendo un suo radicamento nel territorio estero. Possono anche godere dell’agevolazione quei lavoratori ai quali, dopo un distacco all’estero, il datore di lavoro conferisca, al rientro in Italia, un nuovo ruolo aziendale grazie alle maggiori competenze maturate nel periodo di distacco.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it