RICICLAGGIO: le linee guida dei commercialisti

In tema di normativa antiriciclaggio, le linee guida elaborate dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili prevedono l’obbligo di verifica dell’identità anche per i clienti già in essere al 29 dicembre 2009, data dell’entrata in vigore del D.L. 231/07. In sintesi i nuovi tempi di esecuzione dell’obbligo: per i nuovi clienti, il professionista deve procedere alla verifica dell’identità del cliente al momento del conferimento dell’incarico di svolgere una prestazione professionale o di eseguire una determinata operazione; per i clienti già in essere al 29 dicembre 2009, la verifica dell’identità del cliente deve essere effettuata al primo contatto utile, comunque il prima possibile nel caso in cui il professionista venga a conoscenza dell’esistenza di situazioni di rischio. Le informazioni raccolte relative all’identificazione e al tipo di prestazione erogata devono essere inserite nel fascicolo del cliente da conservarsi, anche in via telematica, per 10 anni.


Partecipa alla discussione sul forum.