Revisione: semplificate le sanzioni

di Redazione

Pubblicato il 17 settembre 2015

Lo schema di decreto sulle sanzioni amministrative semplifica le penalità collegate alla sottoscrizione delle dichiarazioni dei soggetti Ires. L'attuale normativa prevede due diverse fattispecie: l'infedeltà della dichiarazione punibile con la sanzione amministrativa fino al 30% del compenso contrattuale relativo all'attività di redazione della relazione di revisione, commisurata in misura non superiore all'imposta effettivamente accertata a carico del contribuente; l'omissione della sottoscrizione, caso in cui, alla sanzione appena descritta, si aggiunge quella da 258 a 2.065 euro. La novità rilevante sarà la sola sanzionabilità dell'omessa sottoscrizione, non trattando più le conseguenze della sottoscrizione di una dichiarazione infedele.