Reverse charge IVA per pulizia negli edifici

I servizi di pulizia rientrano nel reverse charge se effettuati negli edifici. Il nuovo comma 6 dell’articolo 17 del Dpr 633/1972, come modificato dalla Legge di stabilità ha esteso il meccanismo ad alcuni settori finora esclusi. La nuova lettera a – ter), aggiunta nell’articolo 17, comma 6, del Dpr 633/1972, parla anche di: “prestazioni di servizi di pulizia, relative a edifici”. Fino al 31 dicembre 2014, la circolare delle Entrate n. 37/2006 escludeva queste prestazioni dall’inversione contabile poiché non rientravano nella sezione F della Tabella Ateco 2007 (costruzioni).


Partecipa alla discussione sul forum.