REGIME DEI MINIMI: non comprende gli agricoltori


I contribuenti titolari di reddito agricolo non accedono al nuovo regime dei minimi previsto dalla Finanziaria. Il nuovo regime non prende in considerazione gli agricoli che si avvalgono dei regimi speciali ai fini dell’ Iva. Anche se dovessero rinunciare al regime speciale non rientrerebbero nella fattispecie; ciò in virtù del fatto che la tassazione del reddito agricolo si basa sui dati catastali dei terreni, per le aziende di agriturismo già si provvede ad una determinazione forfetaria del reddito, ed infine le attività agricole tradizionali non sono considerate attività di impresa: presupposto oggettivo principale per rientrare nel regime dei minimi. Nel caso di esercizio di più attività, una agricola e l’altra commerciale per esempio, si fa riferimento al ricavo della singola attività: per cui, non considerando l’attività agricola attività di impresa, ma considerando tale l’altra attività, se presenti i requisiti richiesti è possibile rientrare nel novero dei contribuenti minimi. Al riguardo si attendono ulteriori chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate.


Partecipa alla discussione sul forum.