REDDITOMETRO: più semplice ma più oneroso


Il nuovo redditometro si preannuncia più semplice del vecchio. Il reddito ipotizzato coprirà un determinato arco temporale e dovrà almeno essere uguale alle spese imputate dello stesso periodo. Esiste, tuttavia, il rischio che l’entità minima del reddito imponibile potrebbe essere in alcuni casi decisamente più elevata di quanto non si determinerebbe oggi, se non si riuscisse a dimostrare che determinati investimenti sono stati eseguiti con redditi esenti, o soggetti a ritenuta alla fonte o con redditi di annualità precedenti. Sarà necessario, quindi, avere prova documentale certa a dimostrazione di quei redditi. A differenza del vecchio, che vedeva le spese come indice di capacità contributiva dove era preso in considerazione anche il mantenimento del contribuente e della sua famiglia, il nuovo pone proprio un confronto, un’equazione spesa reddito.


Partecipa alla discussione sul forum.