Redditometro: i risultati non sono solo basati su elementi certi e documentati

di Redazione

Pubblicato il 15 gennaio 2013



Il redditometro considera anche adeguamenti statistici. Il programma  funziona tramite un meccanismo di calcolo matematico statistico che converte le spese in reddito in base a determinati coefficienti e in relazione a un campione di riferimento che ruota intorno a tre variabili: la composizione familiare, la localizzazione territoriale e gli indici di capacità contributiva. La posizione del contribuente viene determinata attraverso l'analisi di indici di capacità contributiva costituite da spese predeterminate effettivamente sostenute dal contribuente e tratte o dai dati contenuti nell'anagrafe tributaria ovvero dai dati Istat, o da studi socio economici. Pertanto, solo nel primo caso le spese sono determinate in modo diretto e specifico, mentre nel secondo e terzo caso le stesse sono considerate in base ad una media.