Reddito imprese minori: per cassa dal 2017

di Angelo Facchini

Pubblicato il 30 gennaio 2017



La legge di bilancio per il 2017 ha modificato la disciplina relativa alla determinazione del reddito imponibile delle imprese in regime di contabilità semplificata, prevedendo, a partire dal 1° gennaio, il passaggio dal criterio di competenza al criterio di cassa. I soggetti interessati dalla modifica normativa sono le imprese in regime di contabilità semplificata (cd. imprese minori). Stante ciò, le società in nome collettivo, le società in accomandita semplice e quelle a esse equiparate, nonché le persone fisiche che esercitano imprese commerciali, che in un anno intero abbiano percepito ricavi non superiori a 400mila euro (per le imprese di servizi) o a 700mila euro (per le imprese aventi a oggetto altre attività), sono esonerate, per l’anno successivo, dalla tenuta delle scritture contabili prescritte dalla legge in via ordinaria. È fatta comunque salva la possibilità di optare per la tenuta della contabilità in via ordinaria. Dal 1° gennaio 2017, pertanto, il criterio di cassa diventa quello “naturale” per le imprese minori in contabilità semplificata, applicandosi obbligatoriamente sia a quelle già in attività sia a quelle che la inizieranno nel corso del 2017.