REDDITI: la circolare 11/2009 su ammortamenti e plusvalenze di immobili


Nella circolare dell’Agenzia delle entrate 11/2009 si risolvono alcuni dubbi interpretativi circa la rivalutazione degli immobili. Tra le risposte che si attendevano, la natura fiscale del saldo attivo qualora si scelga di effettuare la rivalutazione solo in ambito civilistico. Al paragrafo 4 della circolare si legge: “se il bene rivalutato non è riconosciuto fiscalmente, gli ammortamenti e le plusvalenze fiscali saranno commisurati al valore storico ante rivalutazione”; tassare le variazioni in aumento, in seguito al disallineamento fiscale-civilistico, rappresenterebbe una duplicazione di imposta. In ogni caso la distribuzione del saldo attivo si presenta come riserva di utili, e in capo al socio di una società di capitali rappresenterà sempre un reddito di capitale.


Partecipa alla discussione sul forum.

REDDITI: la circolare 11/2009 su ammortamenti e plusvalenze di immobili


Nella circolare dell’Agenzia delle entrate 11/2009 si risolvono alcuni dubbi interpretativi circa la rivalutazione degli immobili. Tra le risposte che si attendevano, la natura fiscale del saldo attivo qualora si scelga di effettuare la rivalutazione solo in ambito civilistico. Al paragrafo 4 della circolare si legge: “se il bene rivalutato non è riconosciuto fiscalmente, gli ammortamenti e le plusvalenze fiscali saranno commisurati al valore storico ante rivalutazione”; tassare le variazioni in aumento, in seguito al disallineamento fiscale-civilistico, rappresenterebbe una duplicazione di imposta. In ogni caso la distribuzione del saldo attivo si presenta come riserva di utili, e in capo al socio di una società di capitali rappresenterà sempre un reddito di capitale.


Partecipa alla discussione sul forum.