Reati tributari: responsabilità del cliente o del professionista?


In tema di reati tributari, l’affidamento ad un professionista dell’incarico di predisporre e presentare la dichiarazione annuale dei redditi non esonera il soggetto obbligato (il contribuente) dalla responsabilità penale per il delitto di omessa dichiarazione. Trattandosi, infatti, di un reato omissivo proprio, la norma tributaria considera come personale ed indelegabile il relativo dovere. La prova del dolo specifico di evasione non deriva dalla semplice violazione dell’obbligo dichiarativo né da una “culpa in vigilando” sull’operato del professionista che trasformerebbe il rimprovero per l’atteggiamento antidoveroso da doloso in colposo, ma dalla ricorrenza di elementi fattuali dimostrativi che il soggetto obbligato ha consapevolmente preordinato l’omessa dichiarazione all’evasione dell’imposta per quantità superiori alla soglia di rilevanza penale. (Corte di Cassazione, IV Sez. penale, sentenza n. 18845 del 5 maggio 2016) (Valeria Nicoletti)


Partecipa alla discussione sul forum.