Rapporti bancari: fissati i limiti per affidamenti e scoperti


Il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha approvato, su proposta della Banca d’Italia, un decreto d’urgenza che da attuazione alle nuove norme in tema di remunerazione onnicomprensiva degli affidamenti e degli sconfinamenti nei contratti di conto corrente e di apertura di credito. La nuova disciplina interviene sulla struttura delle commissioni e prevede che, oltre ai tassi debitori sull’ammontare effettivamente utilizzato, siano consentite esclusivamente: per gli affidamenti una commissione che non può eccedere lo 0,50% dell’accordato per trimestre; per gli sconfinamenti, una commissione di istruttoria veloce, in misura fissa ed in valore assoluto, commisurata ai costi.


Partecipa alla discussione sul forum.