Pubbliche amministrazioni esonerate dallo spesometro


Il provvedimento 44922/2015 stabilisce, modificando quello del 5 novembre 2013, che le amministrazioni pubbliche (art. 1, comma 2 della Legge n. 196/2009) e le amministrazioni autonome sono escluse dalla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva relative al 2014. Ciò per non gravare di ulteriori incombenze gli enti pubblici già impegnati ad adeguare infrastrutture informatiche, sistemi contabili e procedure interne per via dei nuovi obblighi in materia di fatturazione elettronica Pa e di split payment.


Partecipa alla discussione sul forum.

Pubbliche amministrazioni esonerate dallo spesometro


In vista del graduale adeguamento della contabilità pubblica alle regole di natura civilistica, Stato, regioni, province, comuni e altri organismi di diritto pubblico sono esclusi dallo spesometro per gli anni 2012 e 2013. In futuro, una volta superate le difficoltà di individuazione delle operazioni rilevanti col nuovo sistema di contabilità (si spera a partire dall’1 gennaio 2014) anche le Pubbliche amministrazioni dovranno rispettare l’obbligo, ma soltanto in caso di mancanza di fatturazione elettronica.


Partecipa alla discussione sul forum.