Professionisti senza Irap con collaboratori: al via le istanze di rimborso


In seguito alla sentenza n. 9451/2016 della Corte di Cassazione, in merito la non assoggettabilità all’Irap per il professionista che non impiega beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile e per l’esercizio dell’attività si avvale anche di un solo collaboratore non occasionale che svolga mansioni di segreteria o generiche o meramente esecutive, possono essere avanzate le istanze di rimborso. L’istanza deve essere presentata entro 48 mesi dalla data di effettuazione del pagamento di cui si chiedere il rimborso ed è onere del contribuente dimostrare e provare i fatti che fondano il diritto al rimborso e, cioè, l’aver esercitato la professione in assenza di un’autonoma organizzazione ovvero con mezzi minimi e collaboratori addetti a mansioni meramente esecutive ed estranee al tipicum dell’attività del professionista istante.


Partecipa alla discussione sul forum.