Professionisti e liberalizzazioni


Rese note le novità sulla bozza di Decreto Legge sulle liberalizzazioni delle professioni: tra queste, è stata evidenziata la definitiva cancellazione delle tariffe professionali senza alcuna eccezione; viene istituito l’obbligo, con esplicita rilevanza deontologica, di concordare preventivamente con il cliente il preventivo della prestazione; viene previsto l’aumento del numero dei notai; la tutela contro le clausole vessatorie nei rapporti con i professionisti.

E’ sempre allo studio del Governo Monti la previsione, nel giro di un anno, dell’apertura di oltre duemila nuove farmacie e saranno riservate ai farmacisti non titolari e a quelli che risiedono nelle zone disagiate; altre ne potranno nascere nelle stazioni ferroviarie (potranno essere date in prelazione ai Comuni), negli aeroporti internazionali, sulle autostrade e nei grandi centri commerciali.

Le liberalizzazioni riguarderanno i settori più disparati comprese banche, assicurazioni, servizi pubblici locali, autostrade, poste.

Saranno previste autocertificazioni al posto delle licenze per aprire negozi a partire dal 30 ottobre 2012 e sconti e saldi liberi.

Nascita delle Srl semplificate: confermata l’ulteriore semplificazione per le imprese costituite da giovani (nascita di nuove Srl semplificate composte da uno o più soci under 35 con la sola comunicazione unica al Registro delle Imprese in esenzione da bolli e diritti di segreteria), la deregulation della rete dei carburanti, l’aumento delle licenze dei taxi, lo stop ai vincoli per la vendita di giornali.


Partecipa alla discussione sul forum.