Professionisti: come cambiano i costi di trasferta dal 2015


Il decreto sulle semplificazioni cambia le regole dei rimborsi delle trasferte ai professionisti. L’articolo 10 del decreto interviene sulla disciplina del reddito di lavoro autonomo, eliminando la disposizione di cui all’articolo 54, comma 5, del DPR 917/86. Dal prossimo anno non sarà più necessario che l’impresa committente, dopo aver ricevuto le fatture di vitto e alloggio del professionista, le trasmetta a quest’ultimo affinché possa dedurle dal suo reddito integralmente, anche se intestate al committente, e addebitarle in fattura unitamente al compenso. Secondo la nuova formulazione: “le prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande acquistate direttamente dal committente non costituiscono compensi in natura per il professionista”.


Partecipa alla discussione sul forum.