Professionisti: allarme “ingorgo fiscale”

Grazie alle varie “novità fiscali” i professionisti continuano a trovarsi in un ingorgo di nuovi adempimenti e relative sanzioni. Comunicazione annuale dati Iva, invio delle certificazione unica Cu 2015, nuovo modello Isee, bilanci in Xbrl, 730 precompilato, split payment, compensazioni di ritenute in F24, comunicazioni black list e dichiarazioni d’intento. Manca qualcosa? Una raffica di scadenze corredate da sanzioni che, nel caso della Cu, arrivano a 100 euro per ogni certificazione sbagliata. Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha lanciato l’allarme denunciando in una nota “il susseguirsi di riforme che pongono la professione davanti a situazioni nelle quali l’incertezza interpretativa e gli stretti tempi di attuazione delle norme, spesso addirittura retroattive, rendono difficile l’attività di consulenza”. Una situazione resa ancora più gravosa “dall’ormai abituale ritardo nel rilascio dei software necessari”. La categoria chiede la creazione delle condizioni minime per uno svolgimento ordinato della propria attività professionale.


Partecipa alla discussione sul forum.