PROFESSIONI: la Corte di giustizia europea salva le tariffe forensi

di Redazione

Pubblicato il 30 marzo 2011

La Corte di giustizia europea solleva l'avvocatura italiana salvando i massimi delle tariffe forensi e respingendo il ricorso presentato dalla Commissione Ue. Dal 2005 la Commissione Ue lotta contro i compensi per le attività stragiudiziali e i tariffari giudiziali degli avvocati italiani. Ora, secondo la Corte Ue, “la disciplina italiana sugli onorari presenta una flessibilità che sembra permettere il corretto compenso per qualsiasi tipo di prestazione”, e la Commissione “non ha dimostrato che le norme italiane sulle tariffe massime degli avvocati ostacolano l'accesso dei legali di altri Stati membri nel mercato italiano”. Viene così avvallato quanto sostenuto da sempre dall’avvocatura circa la piena compatibilità delle tariffe forensi con il diritto comunitario della concorrenza.