Professioni: commercialisti contrari alla riforma del Ddl 59


I commercialisti si dicono contrari agli emendamenti che modificano le modalità di formazione dell’elenco dei professionisti impegnati nelle operazioni di vendita. Tramite il presidente del CNDCEC Gerardo Longobardi, si dichiarano scettici di fronte all’istituzione di un albo dei curatori, dei commissari e dei liquidatori. Si legge: “auspichiamo vivamente la soppressione dell’emendamento con il quale si modificano le modalità di formazione dell’Elenco dei professionisti che provvedono alle operazioni di vendita. Sfuggono le motivazioni, continua Longobardi, che inducono i proponenti a suggerire l’istituzione di un albo nell’albo per la regolamentazione di funzioni che i professionisti, in particolar modo quelli iscritti all’Albo dei commercialisti, svolgono da anni con impegno e dedizione”.

 


Partecipa alla discussione sul forum.