Privacy: in vigore il nuovo Codice di Deontologia e Buona Condotta


Dal 1° ottobre è entrato in vigore il Codice di deontologia e buona condotta relativo al trattamento dei dati personali da parte degli operatori che raccolgono e conservano informazioni sull’affidabilità di manager e imprenditori. Il trattamento non potrà riguardare dati sensibili o giudiziari, a meno che non siano stati raccolti da fonti pubblicamente accessibili. E’ ammesso il trattamento dei dati giudiziari diffusi negli ultimi 6 mesi, decorrenti dalla data di ricezione della richiesta del servizio da parte del committente e senza possibilità per il fornitore di apportare modifiche e di utilizzarle a fini dell’elaborazione di informazioni valutative. Alcune informazioni potranno essere raccolte senza il consenso degli interessati; si tratta di dati provenienti da fonti pubbliche, dati estratti da fonti accessibili da chiunque. Questi dati dovranno essere sempre utilizzati dagli operatori nel rispetto dei principi di non eccedenza e pertinenza, dovranno essere sempre aggiornati e gli operatori dovranno aver cura di menzionare la fonte da cui hanno tratto tali informazioni.


Partecipa alla discussione sul forum.