Piano antievasione 2013: confermata la strategia

La circolare n. 25/E del 31 luglio dell’Agenzia delle Entrate, visti i risultati conseguiti, conferma, anche per il 2013, la strategia su cui basare l’azione di prevenzione e di contrasto dell’evasione e dell’elusione fiscale. Tra gli obiettivi contenuti nell’atto di indirizzo di politica fiscale 2013/2015 firmato dal ministro dell’Economia e delle Finanze vi è anche il rafforzamento della linea adottata. Lo scopo è quello di migliorare la qualità dei controlli fiscali, sia quelli diretti alle diverse specifiche macro tipologie di contribuenti (attività specifiche) sia quelli che le riguardano indistintamente (attività trasversali). La strategia dell’Agenzia  antepone all’accertamento un’accurata selezione delle categorie di contribuenti, delle attività e dei territori in cui operano, delle situazioni a più alto e diffuso rischio di illeciti. Questo modus operandi porta gli uffici a intervenire soltanto quando il pericolo di evasione/elusione è concreto, attribuendo qualità, efficacia, efficienza ed economicità all’azione svolta.


Partecipa alla discussione sul forum.