Pensioni: le proposte sul tavolo del governo

I trentacinque anni di contributi per andare in pensione dovranno essere accompagnati da almeno 65 anni di età; se non si è compiuto i 60 anni di età non basterà nemmeno aver versato quaranta anni di contributi. In altre parole la pensione di anzianità non si potrà percepire se non si sarà compiuto il 60° anno di età facendo valere quaranta anni è più di versamenti. La Ue ha specificato “che la pensione di anzianità è una casistica tipicamente italiana che non può più essere tollerata”. Per la pensione di vecchiaia già la manovra di ferragosto aveva spostato a 65 anni l’età pensionabile per le donne,  indiscrezioni di questi giorni vogliono l’età minima per percepire la pensione a 67 anni.


Partecipa alla discussione sul forum.

Pensioni: le proposte sul tavolo del governo

I trentacinque anni di contributi per andare in pensione dovranno essere accompagnati da almeno 65 anni di età; se non si è compiuto i 60 anni di età non basterà nemmeno aver versato quaranta anni di contributi. In altre parole la pensione di anzianità non si potrà percepire se non si sarà compiuto il 60° anno di età facendo valere quaranta anni è più di versamenti. La Ue ha specificato “che la pensione di anzianità è una casistica tipicamente italiana che non può più essere tollerata”. Per la pensione di vecchiaia già la manovra di ferragosto aveva spostato a 65 anni l’età pensionabile per le donne,  indiscrezioni di questi giorni vogliono l’età minima per percepire la pensione a 67 anni.


Partecipa alla discussione sul forum.