Paga l’IRAP il professionista con organizzazione di modesta entità se non la dimostra


I piccoli professionisti che non provano l’insussistenza del requisito organizzativo sono tenuti al pagamento l’Irap, anche se la loro organizzazione è modesta o minimale. In questo senso si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 19688 del 27 settembre 2011. La Suprema Corte ha quindi accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso una sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio con la quale veniva riconosciuta la pretesa di tre liberi professionisti (ragioniere economista d’azienda, avvocato e ragioniere commercialista) in riferimento al rimborso dell’Irap versata per le rispettive libere attività in quanto, nel caso di specie, non era dato riscontrare un’attività autonoma svolta con organizzazione da parte di ciascun contribuente. Costituisce onere del contribuente, che chieda il rimborso dell’imposta ritenuta non dovuta, dare la prova dell’assenza delle predette condizioni. Nel caso in esame questo onere non era stato assolto dai contribuenti piccoli professionisti, né la CTR l’aveva preso in considerazione.


Partecipa alla discussione sul forum.

Paga l’IRAP il professionista con organizzazione di modesta entità se non la dimostra


I piccoli professionisti che non provano l’insussistenza del requisito organizzativo sono tenuti al pagamento l’Irap, anche se la loro organizzazione è modesta o minimale. In questo senso si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 19688 del 27 settembre 2011. La Suprema Corte ha quindi accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso una sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio con la quale veniva riconosciuta la pretesa di tre liberi professionisti (ragioniere economista d’azienda, avvocato e ragioniere commercialista) in riferimento al rimborso dell’Irap versata per le rispettive libere attività in quanto, nel caso di specie, non era dato riscontrare un’attività autonoma svolta con organizzazione da parte di ciascun contribuente. Costituisce onere del contribuente, che chieda il rimborso dell’imposta ritenuta non dovuta, dare la prova dell’assenza delle predette condizioni. Nel caso in esame questo onere non era stato assolto dai contribuenti piccoli professionisti, né la CTR l’aveva preso in considerazione.


Partecipa alla discussione sul forum.