Pace fiscale: gli atti di accertamento

La legge n. 119/2018 contempla tre diverse possibili definizioni agevolate. Riguardano: gli atti del procedimento di accertamento (avvisi di accertamento, avvisi di rettifica e di liquidazione), gli atti di recupero, gli inviti al contraddittorio e gli accertamenti con adesione. Sono fuori quegli atti che interessano la procedura di collaborazione volontaria. Per accedere alla procedura gli atti devono essere stati notificati entro la data di entrata in vigore del decreto, il 24 ottobre 2018. Bisogna pagare le somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza sanzioni, interessi ed eventuali accessori, entro il prossimo 23 novembre. Il perfezionamento avviene versando le somme dovute in un’unica soluzione o a rate, la prima entro i termini sopra indicati, relativi a ciascuna tipologia di atto che si vuole definire. L’importo da pagare può essere suddiviso in un massimo di venti rate trimestrali di pari importo. Non è possibile effettuare compensazioni.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it