Opzioni IVA e spesometro: è ora di scegliere

di Angelo Facchini

Pubblicato il 22 marzo 2017



Si aggiorna il quadro delle variabili da prendere in considerazione in vista della scadenza del 31 marzo, giorno entro cui è possibile esprimere due opzioni: quella per la comunicazione dei dati delle fatture emesse/ricevute (in sostituzione dello spesometro obbligatorio); quella per la comunicazione dei dati dei corrispettivi giornalieri da parte dei soggetti di cui all'articolo 22, Dpr 633/72 (dettaglianti e soggetti assimilati, tenuti o meno al rilascio di scontrino/ricevuta). Il termine originario era il 31 dicembre 2016, prorogato dal provvedimento direttoriale 212804/2016 al 31 marzo 2017.