ONERI DEDUCIBILI: i costi per ospitalità

Nella circolare 34/E del 13 luglio, l’Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti sulla deducibilità dei costi per ospitalità alla clientela. Secondo l’amministrazione vengono generati oneri deducibili fuori delle spese di rappresentanza se si verificano delle condizioni: i costi devono essere sostenuti all’interno di specifici “contenitori”, cioè il contesto in cui si realizza l’ospitalità (fiere, mostre, esposizioni, manifestazioni), i beneficiari degli esborsi devono essere i clienti dell’impresa. Nel caso di viaggi organizzati per promuovere iniziative al fine di vendere beni o servizi d’impresa, rilevano solo quelli programmati al fine di “significative attività promozionali”, in cui il viaggio configura come il “contenitore” dove esporre i beni dell’impresa. I clienti possono anche essere potenziali: per esempio se manifestano solo un interesse di natura commerciale verso la produzione propria dell’impresa, oppure siano i destinatari dell’attività caratteristica.


Partecipa alla discussione sul forum.