Omesso versamento di ritenute previdenziali: assoluzione per tenuità del fatto e superamento di soli 1.000 euro la soglia

Riguardo l’omesso versamento delle ritenute previdenziali, la Cassazione con sentenza n. 39413 del 3 settembre ha assolto un’imprenditore per la particolare tenuità del fatto vista che l’evasione contributiva superava di poco 10 mila euro. Inoltre nel caso di molteplici condotte omissive sottosoglia la fattispecie va considerata comunque unitaria trattandosi di un reato con progressione criminosa.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it