Nuovo interpello: regole procedurali

Il Titolo I, Dl n. 156 del 24 settmbre 2015, n. 156, ha riordinato l’istituto dell’interpello delineandone quattro tipologie che può attivare il contribuente: ordinario, probatorio, antiabuso e disapplicativo. Il 4 gennaio 2016 è stato pubblicato il Provvedimento, che disciplina quali sono gli Uffici competenti a ricevere le istanze e le modalità di presentazione; la gestione della fase istruttoria; la forma delle risposte e il monitoraggio delle stesse, nonché l’utilizzo della posta elettronica certificata e dei servizi telematici. Il Provvedimento si compone di sette punti denominati: 1) Definizioni; 2) Uffici competenti; 3) Modalità di presentazione delle istanze di interpello; 4) Istruttoria; 5) Risposta alle istanze di interpello; 6) Monitoraggio delle risposte; 7) Uso della posta elettronica certificata e dei servizi telematici.


Partecipa alla discussione sul forum.