Nuovo apprendistato: le istruzioni Inail


L’Inail interviene sulla nuova disciplina dell’apprendistato, come riformata dal Tu n. 167/2011, che è entrata in vigore il 25 ottobre scorso. L’Istituto ribadisce la durata del periodo transitorio che terminerà il prossimo 25 aprile 2012, data a partire dalla quale troveranno integrale applicazione le disposizioni contenute nel testo unico. Riguardo l’obbligo assicurativo, esso è previsto anche in relazione alle ore di insegnamento teorico complementare (che fanno parte, a tutti gli effetti dell’orario di lavoro); la tipologia di contratto è applicabile anche ai lavoratori in mobilità, ai dipendenti dalle agenzie di somministrazione e ai praticanti. In merito all’azzeramento dei contributi per tutte le assunzioni in apprendistato effettuate da datori di lavoro fino a 9 addetti a partire dal 1° gennaio 2012, l’Inail si riserva di fornire ulteriori istruzioni in seguito. Sono aggiornate le tabelle sanzionatorie che vanno da 100 a 600 euro nei casi normali, e da 300 a 1.500 euro in caso di recidiva.


Partecipa alla discussione sul forum.

Nuovo apprendistato: le istruzioni Inail


L’Inail interviene sulla nuova disciplina dell’apprendistato, come riformata dal Tu n. 167/2011, che è entrata in vigore il 25 ottobre scorso. L’Istituto ribadisce la durata del periodo transitorio che terminerà il prossimo 25 aprile 2012, data a partire dalla quale troveranno integrale applicazione le disposizioni contenute nel testo unico. Riguardo l’obbligo assicurativo, esso è previsto anche in relazione alle ore di insegnamento teorico complementare (che fanno parte, a tutti gli effetti dell’orario di lavoro); la tipologia di contratto è applicabile anche ai lavoratori in mobilità, ai dipendenti dalle agenzie di somministrazione e ai praticanti. In merito all’azzeramento dei contributi per tutte le assunzioni in apprendistato effettuate da datori di lavoro fino a 9 addetti a partire dal 1° gennaio 2012, l’Inail si riserva di fornire ulteriori istruzioni in seguito. Sono aggiornate le tabelle sanzionatorie che vanno da 100 a 600 euro nei casi normali, e da 300 a 1.500 euro in caso di recidiva.


Partecipa alla discussione sul forum.