Nuovi codici tributo per F24


Istituiti, con la risoluzione n. 25/E del 4 marzo, i codici tributo per consentire il versamento, tramite F24, di sanzioni e interessi dovuti, in caso di ravvedimento, sugli importi rateizzati a seguito di definizione dell’accertamento, accertamento con adesione, conciliazione giudiziale e mediazione. Eccoli: ravvedimento su importi rateizzati relativi a tributi erariali – 9946 (sanzione), 1984 (interessi); ravvedimento su importi rateizzati relativi all’addizionale comunale Irpef – 9947 (sanzione), 1985 (interessi); ravvedimento su importi rateizzati relativi all’addizionale regionale Irpef – 9948 (sanzione), 1986 (interessi); ravvedimento su importi rateizzati relativi all’Irap – 9949 (sanzione), 1987 (interessi). Nei campi “codice ufficio”, “codice atto”, “codice tributo” e “anno di riferimento”, andranno riportate le informazioni presenti negli atti emessi dall’ufficio.


Partecipa alla discussione sul forum.

Nuovi codici tributo per F24


Con tre risoluzioni diffuse ieri, sono stati istituiti nuovi codici per F24. Due codici servono per la restituzione delle somme dovute a titolo di incentivi fiscali (art. 2, c. 26, legge 350/2003) in base all’art. 83, c. 28-octies, DL 112/08, che la Commissione Ue ha dichiarato aiuti di Stato, e sono: 5056 per il capitale, e 5057 per gli interessi. Sono in vigore dal 2 ottobre prossimo e si inseriscono nella sezione Erario indicando come anno di riferimento quello in cui si è beneficiato dell’incentivo. Nuovo anche il codice Piem: “credito d’imposta concesso ai sensi dell’art. 6 legge regionale del Piemonte n. 9 del 23/04/2007”, operativo dal 13 ottobre; và indicato nella sezione Regioni, colonna importi a credito compensati, codice 13, anno cui si riferisce il credito. In ultimo il codice 6808, “credito d’imposta in favore di imprese per costi sostenuti relativi a ricerca industriale e sviluppo precompetitivo”, operativo dal 2 ottobre, da indicare nella sezione Erario.


Partecipa alla discussione sul forum.