Nuovi adempimenti: proteste dai commercialisti


I commercialisti continuano nella protesta contro l’introduzione di nuovi otto adempimenti periodici per i titolari di partita IVA, e scrivono ai loro clienti una comunicazione che fa trapelare tutto lo sconforto della categoria verso le “iniziative” del governo. La lettera, rivolta a 5,4 milioni di partite IVA italiane, conferma “fin da ora il nostro appoggio ad ogni forma di protesta legittima che, in qualità di Contribuente, vorrà intraprendere al fine di sensibilizzare il Governo dimostrando la forza numerica e la volontà del “popolo delle partite IVA”.


Partecipa alla discussione sul forum.