Nuove partite Iva: in calo agricoltura, commercio e trasporti


Dall’Osservatorio sulle partite Iva, dall’esame dei risultati di maggio, le nuove aperture registrate sono oltre 46mila, quasi il 3% in meno rispetto a maggio 2016. La distribuzione per natura giuridica del dato mostra che più del 70% del totale rappresenta la quota relativa alle persone fisiche (70,6), mentre quella delle società di capitali è poco più del 24% (24,2) e quella relativa alle società di persone si attesta al 4,5%. La lettura per ripartizione territoriale dice che il 41,3% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 22% al Centro e il 36,6% al Sud e nelle Isole. La classificazione per settore produttivo evidenzia che il commercio totalizza il maggior numero di aperture di partite Iva (20,5% del totale); a seguire, le attività professionali (13,9%) e l’agricoltura (12,9%). Gli incrementi più significativi si rilevano nella sanità (+14,5%), nei servizi di informazione (+9,9%) e nelle attività professionali (+8,9%), mentre i cali più rilevanti si registrano nell’agricoltura (-21,9%), nel commercio (-8,3%) e nei trasporti (-7,7%).


Partecipa alla discussione sul forum.