Novità per le detrazioni 36%: è necessario conservare i documenti cartacei

Un provvedimento recente dell’Agenzia delle entrate (2 novembre 2011) obbliga alla conservazione di molti documenti cartacei relativi alla detrazione IRPEF 36%. E’ l’effetto secondario dell’abolizione della comunicazione di inizio lavori e l’invio della stessa al Centro Operativo di Pescara. Si tratta di documenti che in precedenza dovevano essere allegati alla domanda. Devono invece essere indicati nella dichiarazione dei redditi, o nel 730, i dati catastali dell’immobile; se i lavori sono effettuati dal detentore (inquilino), vanno indicati in Unico gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo (contratto di affitto, comodato).

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it