Novità in tema di voucher: verranno incluse le baby sitter

Manca poco per vedere attiva un’altra novità della riforma del lavoro. Con il via libera della Corte dei Conti entreranno in vigore le norme in materia di congedo obbligatorio e facoltativo per i padri e dei contributi economici per le madri che, al termine della maternità, vorranno rientrare al lavoro. Riguardo alle madri intenzionate a rientrare al lavoro dopo il congedo di maternità, negli undici mesi successivi al congedo, scatta la possibilità di richiedere, al posto del congedo parentale, un contributo economico utilizzabile o per pagare una baby sitter o per coprire la retta del nido. Si parla di 300 euro netti mensili per sei mesi. In caso di opzione per la baby sitter potranno essere utilizzati dei voucher ; nel caso del nido sarà bonificata dall’INPS la quota prevista alla struttura interessata. Il beneficio verrà concesso alle madri che ne faranno richiesta all’Istituto, sulla base di una graduatoria nazionale che terrà conto dell’indicatore ISEE e fino a concorrenza delle risorse disponibili per ciascun anno.


Partecipa alla discussione sul forum.