Modello 730: in caso di controlli i rimborsi tardano

I rimborsi del modello 730 subiscono ritardi in caso di controlli sulle dichiarazioni. L’Agenzia delle entrate ha pubblicato un provvedimento, datato 17 giugno 2024, nel quale sono stabiliti i criteri per l’individuazione degli elementi di incoerenza, relativi ai controlli sui rimborsi del modello 730/2024. Tra gli elementi di incoerenza, lo scostamento dei dati rispetto a quelli delle certificazioni uniche e delle dichiarazioni dei redditi, la presenza di elementi di incoerenza rispetto ai dati comunicati dagli enti esterni. Sono, inoltre, sottoposte a verifica tutte le dichiarazioni con rimborsi superiori a 4.000 euro.

18 giugno 2024