Misure di sostegno al reddito per il lavoratori dei Call-center anche per il 2017

I lavoratori dei call center in crisi potranno fruire dell’indennità a sostegno del reddito anche oltre il termine del 31 dicembre 2016 ma sempre nel limite dei dodici mesi e a condizione che non si esauriscano le somme stanziate per legge (decreto n. 22763 del 12 novembre 2015, emanato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, in attuazione all’art. 44, comma 7, Dl n. 148/2015). L’indennità spetta in favore dei lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato, compresi quelli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, con esclusione dei dirigenti e dei lavoratori a domicilio, appartenenti alle aziende del settore dei call center non rientranti nel campo di applicazione del trattamento straordinario di integrazione salariale, con un organico superiore alle 50 unità nel semestre precedente alla presentazione della domanda, con unità produttive site in diverse Regioni o Province autonome e che abbiano attuato, entro il 31 dicembre 2013, le misure di stabilizzazione dei collaboratori a progetto di cui all’articolo 1, comma 1202, Legge n. 296/2006.


Partecipa alla discussione sul forum.