Manovra 2019: il regime forfettario

di Angelo Facchini

Pubblicato il 6 novembre 2018

Il regime forfetario, introdotto dalla Stabilità 2015 a favore delle persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni cambia i requisiti di accesso. Resta confermata l’imposta sostitutiva del 15%, mentre la soglia dei ricavi/compensi è innalzata a 65.000 euro, sono eliminati sia il limite di 5.000 euro di spesa sostenuta per il personale (dipendenti e collaboratori) sia il limite di 20.000 euro del costo dei beni strumentali, c'è esonero dalla fatturazione elettronica. Dal 2020, il regime riguarderà anche i contribuenti con ricavi/compensi fino a 100.000 euro, con alcune differenze: il reddito si determinerà non forfetariamente, ma nei modi ordinari; l’imposta sostitutiva sarà del 20%, non ci sarà esonero dall’obbligo di fatturazione elettronica.