Manovra 2017: fuori gli studi di settore


Tra le novità trattate dalla legge di bilancio 2017 degne di nota sono: lo stop agli studi di settore, l’Iri per le piccole imprese, e la comunicazione periodica dei dati Iva. Gli studi di settore saranno sostituiti da “indici di fedeltà fiscale” con un meccanismo premiale secondo il quale chi risulterà più affidabile non avrà più controlli e accertamenti ma una corsia preferenziale per i rimborsi fiscali, con una dinamica accelerata. Per quanto riguarda l’Iva, è stata confermata la comunicazione periodica dei dati ogni tre mesi nonché l’obbligo della fatturazione elettronica. Per le piccole imprese arriva l’Iri al 24% con tassazione per cassa.


Partecipa alla discussione sul forum.