Locazioni: la cedolare secca segue il trasferimento per “mortis causa”

Nella circolare n. 20/E Agenzia delle Entrate del 4 giugno 2012, si chiarisce  che in caso di trasferimento mortis causa, donazione o cessione di un fabbricato già locato, il nuovo titolare può, al momento dell’acquisizione del fabbricato, esercitare l’opzione per la cedolare secca o revocare l’opzione formulata dal precedente proprietario. Non sussiste obbligo di stipulare un nuovo contratto, i nuovi titolari potranno optare per la cedolare secca mediante presentazione del modello 69 entro l’ordinario termine di trenta giorni decorrente dalla data del subentro.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it