Liti pendenti: le novità dopo la conversione in legge

di Angelo Facchini

Pubblicato il 18 dicembre 2018

Il decreto fiscale (Dl n. 119/2018) convertito in legge, ha modificato la disciplina della definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti al 24/10/2018. Le novità: per il ricorso pendente in 1° grado è previsto il pagamento del 90% del valore della lite; in caso di soccombenza dell’Agenzia è previsto il  pagamento del 40% del valore della lite (soccombenza di 1° grado), 15% del valore della lite (soccombenza di 2° grado). In caso di accoglimento parziale del ricorso è dovuta una somma pari al 100%  per la quota di soccombenza del contribuente, e in percentuali ridotte (come descritto sopra) per la quota in cui il contribuente è vittorioso.