Liti pendenti: il curatore può presentare l’istanza

L’istanza per la definizione agevolata delle liti pendenti, in scadenza al 2 ottobre prossimo, può essere presentata da parte del curatore o, in caso di inerzia, dal fallito nell’ambito della procedura fallimentare. Nelle controversie di sole sanzioni collegate ai tributi, il coobbligato (amministratore) definisce senza alcun esborso, qualora sia già stato definito, in qualsiasi modalità, il rapporto inerente ai tributi. Le indicazioni sono date dall’Agenzia delle entrate nella circolare n. 23/E del 25 settembre 2017, avente a oggetto la definizione agevolata delle controversie tributarie.


Partecipa alla discussione sul forum.