Liquidazione Iva: rimediare ad errori ed omissioni

Il 28 febbraio scorso è scaduto il termine per l’invio della comunicazione dei dati delle liquidazioni del IV° trimestre 2017. Nel caso di dati errati o incompleti, o di non aver inviato la comunicazione stessa, è possibile regolarizzare le violazioni commesse: inviando la comunicazione corretta; versando le sanzioni eventualmente ridotte per l’applicazione del ravvedimento operoso. L’omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche è, punita con la sanzione amministrativa da euro 500,00 a euro 2.000,00, ridotta alla metà se la trasmissione è effettuata entro i 15 giorni successivi alla scadenza di legge, ovvero se, nel medesimo termine, è effettuata la trasmissione corretta dei dati.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it