L’INPS RENDE NOTI I NUOVI MINIMI DI INTEGRAZIONE SALARIALE


Nuovi importi massimi per i trattamenti di integrazione salariale, mobilità e disoccupazioni. I valori, in vigore dal 1° gennaio 2010, vengono resi noti dall’Inps nella circolare 18 del 5 febbraio 2010. Per retribuzioni uguali o inferiori a euro 1.931,86 l’importo netto è pari a euro 840,81; per retribuzioni superiori a euro 1.931,86 l’importo netto è pari a euro 1.010,57. Detti importi massimi devono essere incrementati, in relazione a quanto disposto dall’articolo 2, comma 17, della legge 28 dicembre 1995, n. 549, nella misura ulteriore del 20 per cento per i trattamenti di integrazione salariale concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali. Per i lavoratori che hanno diritto al trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia l’importo netto da corrispondere è pari a euro 549,74; gli importi massimi mensili dell’indennità ordinaria di disoccupazione non agricola con requisiti normali sono pari ad euro 892,96 e ad euro 1073,25.


Partecipa alla discussione sul forum.