L’imposta sostitutiva sul TFR


E’ in scadenza, il prossimo 16 dicembre, il versamento in acconto dell’imposta sostitutiva sul TFR. Le modalità di tassazione del TFR presuppongono la sua scomposizione annua in due componenti: la prima di natura finanziaria consistente nella rivalutazione prevista dall’articolo 2120, c. 4, del Codice Civile (1,5% più il 75% dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo, calcolata sul fondo maturato al 31 dicembre dell’anno precedente), la seconda (quota capitale) pari all’ammontare del trattamento stesso, ridotto delle rivalutazioni, assoggettata a tassazione separata come previsto dal DPR 917/86. A decorrere dal 1° gennaio 2001 è prevista l’applicazione di un’imposta sostitutiva nella misura dell’11% sulle rivalutazioni maturate in ciascun anno. I termini di versamento sono il 16 dicembre (acconto) e il 16 febbraio dell’anno successivo (saldo). Se il TFR è corrisposto da soggetti diversi da quelli sopra indicati, l’imposta sostitutiva è complessivamente liquidata dal soggetto percettore nella dichiarazione dei redditi del periodo d’imposta in cui viene corrisposto, anche a titolo di anticipazione e versata entro i termini previsti per il versamento a saldo delle imposte derivanti dalla medesima dichiarazione.


Partecipa alla discussione sul forum.

L’imposta sostitutiva sul TFR


E’ in scadenza, il prossimo 16 dicembre, il versamento in acconto dell’imposta sostitutiva sul TFR. Le modalità di tassazione del TFR presuppongono la sua scomposizione annua in due componenti: la prima di natura finanziaria consistente nella rivalutazione prevista dall’articolo 2120, c. 4, del Codice Civile (1,5% più il 75% dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo, calcolata sul fondo maturato al 31 dicembre dell’anno precedente), la seconda (quota capitale) pari all’ammontare del trattamento stesso, ridotto delle rivalutazioni, assoggettata a tassazione separata come previsto dal DPR 917/86. A decorrere dal 1° gennaio 2001 è prevista l’applicazione di un’imposta sostitutiva nella misura dell’11% sulle rivalutazioni maturate in ciascun anno. I termini di versamento sono il 16 dicembre (acconto) e il 16 febbraio dell’anno successivo (saldo). Se il TFR è corrisposto da soggetti diversi da quelli sopra indicati, l’imposta sostitutiva è complessivamente liquidata dal soggetto percettore nella dichiarazione dei redditi del periodo d’imposta in cui viene corrisposto, anche a titolo di anticipazione e versata entro i termini previsti per il versamento a saldo delle imposte derivanti dalla medesima dichiarazione.


Partecipa alla discussione sul forum.