Licenziamenti: la nuova conciliazione facoltativa


Per effetto del jobs act, ai lavoratori assunti dal 7 marzo 2015, in caso di licenziamento, si applica la nuova conciliazione facoltativa. Si tratta di una proposta, fatta dal datore di lavoro al lavoratore, di corresponsione di una somma esente da imposizione fiscale e contributiva pari a una mensilità della retribuzione di riferimento per il calcolo del TFR per ogni anno di servizio, in misura non inferiore a 2 e non superiore a 18 mensilità. L’offerta deve essere presentata entro i termini di impugnazione stragiudiziale del licenziamento, 60 gg.


Partecipa alla discussione sul forum.